AL CINEMA L’8 MARZO

Lo scorso 14 giugno, il tenore tedesco Jonas Kaufmann è salito sul palcoscenico del Teatro alla Scala di Milano, la casa dell’opera italiana, esibendosi in uno dei concerti più attesi e acclamati del 2015. Il trionfo della sua performance è stato riportato dalla stampa nazionale italiana e, dopo cinque bis e 40 minuti di applausi, il pubblico avrebbe voluto ancora di più.

Questa esibizione leggendaria è ora al centro del film concerto diretto da Brian Large e prodotto da Arts Alliance. Il pubblico cinematografico di tutto il mondo avrà l’opportunità di assistere a questo evento straordinario, preceduto da un’approfondita introduzione a Puccini: l’uomo, l’artista, la superstar raccontati dallo stesso Kaufmann. Il tutto accompagnato da raro e prezioso materiale d’archivio.

Le opere di Puccini comprendono alcune delle più note melodie della storia della musica classica. La popolarità di questo artista tra i fan dell’opera e tra i neofiti è la prova dell’immortalità del suo fascino. Una delle melodie più note e amate è sicuramente quella di “Nussun dorma”, contenuta in Turandot. Dice di quest’aria Jonas:

“Nessun’ aria è amata al giorno d’oggi come ‘Nessun dorma’. Il primo leggendario concerto dei Tre Tenori ebbe luogo pochi giorni prima del mio ventunesimo compleanno e per anni non ho osato cantare ‘Nessun dorma’, tanto ammirvo e temevo la sua magia. Ancora oggi, ogni volta che sento o canto quest’ aria, mi vengono i brividi”.

La voce di Kaufmann è ammirata in tutto il mondo per la sua forza espressiva, la sua tecnica impeccabile e la sua versatilità. Egli ha interpretato ruoli pucciniani per tutta la sua carriera, per la gioia e l’ammirazione di pubblico e critica. Tuttavia non è solo la voce a fare di una stella una stella. Jonas possiede il dono raro di essere in grado di immedesimarsi completamente in tutti i personaggi che interpreta. Il risultato? Alcune tra le performance più emozionanti e elettrizzanti a cui si possa assistere in vita propria, vissute come mai prima sul grande schermo.

Tenore: Jonas Kaufmann
Direttore d’orchestra: Jochen Rieder
Filarmonica della Scala

Arie e scene della Turandot, Tosca, Manon Lescaut e La Fanciulla del West

Indimenticabile. RAI
Jonas Kaufmann conquista La Scala. La Stampa
Intimità e passione. Financial Times
Il miglior tenore al mondo. Daily Telegraph
Il più importante e versatile tenore della sua generazione. New York Times
Un maestro di tecnica dal fascino diabolico. The Guardian

Approfondisci